Discussioni sui film usciti al cinema che concorrono agli IOMA 2015 (1 Aprile 2014 - 31 Marzo 2015)
Avatar utente
Di Godfew
#300488
maps_to_the_star.jpg

Maps to the Stars
Titolo originale: Maps to the Stars

Nazione: Canada, USA
Anno: 2014
Genere: Drammatico
Durata: 111'

Regia: David Cronenberg

Cast: John Cusack, Julianne Moore, Robert Pattinson, Mia Wasikowska, Olivia Williams, Evan Bird

Sceneggiatura: Bruce Wagner
Produzione: Prospero Pictures, Sentient Entertainment
Distribuzione: Adler Entertainment

Trailer: http://www.youtube.com/watch?v=Nv6XIMwW5h8

Data di uscita: 21 maggio 2014

Trama:
La famiglia Weiss ha fatto dell'ossessione per la celebrità il proprio marchio distintivo. Il tredicenne figlio Benjie (Evan Bird) è una star della tv ed è finito recentemente in riabilitazione per droga, mentre l'estraniata figlia Agatha (Mia Wasikowska) è appena uscita da un ospedale psichiatrico quando stringe amicizia con l'autista di limousine Jerome (Robert Pattinson), anch'egli aspirante attore. Il padre Sanford (John Cusack) è un famoso guru e tra i suoi clienti ha Havana Segrand (Julianne Moore), un'attrice il cui sogno di interpretare il ruolo della madre morta, anche lei famosa attrice, in un nuovo film si sbriciola lentamente mentre fantasmi, morte e vizi prendono il sopravvento.
Avatar utente
Di Marco
#300490 Un film sull'ossessione di dover apparire e sul bisogno di essere approvati. Dovrebbero vederlo molte persone al giorno d'oggi. Non l'ho visto ma già mi ispira una cifra.
Avatar utente
Di andros
#300984 Il film è agghiacciante, inquietante e denso della cinematografia Cronenberghiana.

La Moore offre una prova da urlo, ma del resto forse è la migliore in circolazione. Ance la Wasikovska bravissima e il ragazzino veramente inquietante.

L'arte che imita la vita che imita l'arte, non c'è pietà per nessuno, Cronenberg da' un'immagine di hollywood e dei suoi abitanti veramente triste e desolata. L'ho trovato a tratti vicino a Bling ring della Coppola.

Da vedere.
Avatar utente
Di sandrix81
#301016 io l'ho trovato un po' dispersivo e inconcludente. è il primo film di cronenberg che non mi entusiasma affatto.
Avatar utente
Di Naly
#301124
andros ha scritto:Il film è agghiacciante, inquietante e denso della cinematografia Cronenberghiana.

La Moore offre una prova da urlo, ma del resto forse è la migliore in circolazione. Ance la Wasikovska bravissima e il ragazzino veramente inquietante.

L'arte che imita la vita che imita l'arte, non c'è pietà per nessuno, Cronenberg da' un'immagine di hollywood e dei suoi abitanti veramente triste e desolata. L'ho trovato a tratti vicino a Bling ring della Coppola.

Da vedere.


concordo molto, film particolare ma suggestivo.
Moore meravigliosa.. :love:
Avatar utente
Di Blue
#301134 Ma dite che agli oscar possono farla passare per non protagonista?? O ha un ruolo molto vasto?
Sarebbe ora lo vincesse per la miseria!!!

Gli IOMA per fortuna già li ha.
Avatar utente
Di Blue
#301143 Quello è vero... per quello dico del nonpro dove di solito son meno canonici.
specie se fosse un ruolo da quasi-protagonista.
Avatar utente
Di andros
#301144 È un film che scardina il finto perbenismo e le più assurde invidie e lotte per la salita verso le stelle, ma anche i problemi della famiglia, il rapporto-genitori-figli, in maniera assolutamente autentica.

Non lo prenderanno nemmeno in considerazione.
Avatar utente
Di nicoburton
#301153 Splendido, con il suo approccio chirurgico e affilatissimo Cronenberg ci consegna l'ennesimo filmone della madonna. Una sequela di straordinari momenti di cinema a supporto di un indimenticabile carnevale degli orrori che si fa invettiva contro i gli orribili mostri hollywoodiani, e che attori.
Avatar utente
Di Benoni
#301197 Sorpreso da me stesso che ho amato questo film.
Era da tantissimo che non vedevo un film ad alto budjet spingersi così oltre, specialmente negli States.
Mostra in maniera cruda e cattiva com'è veramente Hollywood e il marcio delle persone che ci sguazzano, senza tanti complimenti e alcuna salvezza per i protagonisti.

Comunque Julianne è mostruosa.
Avatar utente
Di Godfew
#301205 solo julianne moore poteva destare un vero interesse iomese nei confronti di cronenberg, ironia della sorte proprio in un film che non è certo uno dei suoi capolavori. resta un ottimo film, dal forte impatto visivo e emozionale, ma in parte concordo con sandrix che si perde un po in intenzioni non ben identificate. grandi prove degli attori.