"Il discorso del Re" di Tom Hooper

Discussioni intorno ai film che nel complesso risultano i migliori.
Locked
User avatar
FlatEric
Regista
Regista
Posts: 9704
Joined: Friday 5 November 2004, 1:00
Registi Preferiti: Tarantino
Burton
Film: Kill Bill
Contact:

Re: "Il discorso del Re" di Tom Hooper

Post by FlatEric » Monday 18 April 2011, 13:03

:lol:

Potevamo staccarci dall'ingiusto Oscar... e invece ci siamo cascati con tutti i piedi.
Image

User avatar
alinti
Premio alla Carriera
Premio alla Carriera
Posts: 15790
Joined: Monday 26 February 2007, 1:00
Contact:

Re: "Il discorso del Re" di Tom Hooper

Post by alinti » Monday 18 April 2011, 13:06

marimar wrote:(fra l'altro l'unico modo che un film così brutto aveva per attirare l'attenzione era proprio vincere l'oscar)

eh già i film brutti per attirare l'attenzione di solito vincono gli Oscar.

Non è che si deve per forza premiare un film innovativo, particcolare ecc. Questo è un film che di innovativo non ha nulla ma è piaciuto, per cui chi ne vuole ridere può farlo ma ride (quasi) da solo.

FlatEric volersi per forza staccare dagli oscar è una sorta di sudditanza, all'incontrario ma sempre sudditanza. Io ho votato Il discorso del re e degli Oscar non mi frega niente, tant'è che sono uno dei pochissimi o forse l'unico che preferirebbe una stagione che inizi il 1° gennaio e finisca il 31 dicembre piuttosto che aprile-marzo solo per aspettare i film degli oscar.
Allora se preferite 1 aprile-31 marzo poi non ha senso fare gli snob.
.

User avatar
FlatEric
Regista
Regista
Posts: 9704
Joined: Friday 5 November 2004, 1:00
Registi Preferiti: Tarantino
Burton
Film: Kill Bill
Contact:

Re: "Il discorso del Re" di Tom Hooper

Post by FlatEric » Monday 18 April 2011, 13:08

alinti wrote:FlatEric volersi per forza staccare dagli oscar è una sorta di sudditanza, all'incontrario ma sempre sudditanza. Io ho votato Il discorso del re e degli Oscar non mi frega niente, tant'è che sono uno dei pochissimi o forse l'unico che preferirebbe una stagione che inizi il 1° gennaio e finisca il 31 dicembre piuttosto che aprile-marzo solo per aspettare i film degli oscar.
Allora se preferite 1 aprile-31 marzo poi non ha senso fare gli snob.

Ovviamente non è uno staccarsi dall'Oscar per partito preso, ma staccarsi dall'Oscar in quello che secondo me era un errore.
Image

User avatar
alinti
Premio alla Carriera
Premio alla Carriera
Posts: 15790
Joined: Monday 26 February 2007, 1:00
Contact:

Re: "Il discorso del Re" di Tom Hooper

Post by alinti » Monday 18 April 2011, 13:09

Io invece mi ci staccherei proprio nel senso che non ci deve condizionare.
.

User avatar
alinti
Premio alla Carriera
Premio alla Carriera
Posts: 15790
Joined: Monday 26 February 2007, 1:00
Contact:

Re: "Il discorso del Re" di Tom Hooper

Post by alinti » Monday 18 April 2011, 13:11

Io credo che Il discorso del re sia stato avvantaggiato dagli Oscar per il fatto che tutti sono andati a vederlo, come del resto tutti hanno visto gli altri in nomination.
.

Nicola

Re: "Il discorso del Re" di Tom Hooper

Post by Nicola » Monday 18 April 2011, 14:47

alinti wrote:Volersi per forza staccare dagli oscar è una sorta di sudditanza, all'incontrario ma sempre sudditanza. Io ho votato Il discorso del re e degli Oscar non mi frega niente, tant'è che sono uno dei pochissimi o forse l'unico che preferirebbe una stagione che inizi il 1° gennaio e finisca il 31 dicembre piuttosto che aprile-marzo solo per aspettare i film degli oscar.
Allora se preferite 1 aprile-31 marzo poi non ha senso fare gli snob.

Wow Alinti hai proprio colto nel segno!!! Molti di voi stanno screditando questo film solo per una vendetta personale contro gli Oscar. "Il Discorso del Re" può benissimo non essere il miglior film dell'anno secondo la vostra opinione, ogni persona ha la propria individualità di pensiero, ma da qui a chiamarlo uno dei peggiori film dell'anno, o addirittura della storia del cinema è un' esagerazione dettata dalla vostra voglia di essere gli anticonformisti che decidono di non votare un film come migliore solo perché lo hanno scelto gli Academy. Ovviamente non è giusto neanche votarlo a priori solo perché è stato parecchio premiato dalla Awards Season. Personalmente io avevo visto "Il Discorso del Re" un mese prima delle nomination agli Oscar e dell'ondata di consensi. Come film lo giudico una spanna superiore agli altri film dell'anno, nonostante alcuni fossero molto belli come Il Cigno Nero e Inception. Il film riesce a esprimere benissimo i disagi legati all'inabilità vocale, grazie ad un'impeccabile regia, ed a delle meravigliose interpretazioni, come quelle di Colin Firth, Geoffrey Rush e Helena Bonham Carter. La colonna sonora è molto piacevole, la fotografia ottima, ed un buon montaggio seppure sia dotato di qualche errore. Pertanto non giudico eccessive le attenzioni ed i premi dedicati a questo film, ma l'insistenza di molti di voi nel volerlo far apparire come uno dei più brutti film della storia.
Last edited by Nicola on Monday 18 April 2011, 15:18, edited 1 time in total.

User avatar
FlatEric
Regista
Regista
Posts: 9704
Joined: Friday 5 November 2004, 1:00
Registi Preferiti: Tarantino
Burton
Film: Kill Bill
Contact:

Re: "Il discorso del Re" di Tom Hooper

Post by FlatEric » Monday 18 April 2011, 15:11

Non è uno dei peggiori di sempre, non è un film brutto, tanto che io gli ho dato 8 mi pare.
Ma rispetto a tutta un'annata di cinema, poteva stare RICCAMENTE fuori cinquina. Quindi ti fa capire quanti bei film ci siano che, almeno io, ho valutato tra l'8 e il 10.
Image

User avatar
sandrix81
Premio alla Carriera
Premio alla Carriera
Posts: 14276
Joined: Friday 15 October 2004, 1:00
Registi Preferiti: Jean-Luc Godard, François Truffaut, Eric Rohmer, Sam Raimi, Ozu Yasujiro, Friedrich Wilhelm Murnau, Dziga Vertov, Buster Keaton, Ernst Lubitsch, Alain Resnais, Georg Wilhelm Pabst, Carl Theodor Dreyer, Alfred Hitchcock, Howard Hawks, Nicholas Ray, John Ford, Billy Wilder, Frank Capra, Sam Peckinpah, Peter Bogdanovich, Steven Spielberg, William Friedkin, John Carpenter, George A. Romero, Woody Allen, Nanni Moretti, Roberto Rossellini, Jean Renoir, Orson Welles, Max Ophuls, Jacques Tati, Kitano Takeshi, Kim Ji-Woon, Lars Von Trier, David Lynch, Jean Marie Straub e Danièle Huillet, Jacques Rozier, Jean Rouch, Quentin Tarantino, Cameron Crowe, Brian De Palma
Film: I 400 COLPI (Truffaut, 1959), FAUST (Murnau, 1926), VIAGGIO A TOKYO (Ozu, 1953), SYMPATHY FOR THE DEVIL (Godard, 1968), IL RAGGIO VERDE (Rohmer, 1986), CANTANDO SOTTO LA PIOGGIA (Donen/Kelly, 1952), LA FINESTRA SUL CORTILE (Hitchcock, 1954), MANHATTAN (Allen, 1979), SENTIERI SELVAGGI (Ford, 1956), DARKMAN (Raimi, 1990)
Location: Bologna o Sambuceto?
Contact:

Re: "Il discorso del Re" di Tom Hooper

Post by sandrix81 » Monday 18 April 2011, 15:13

ah ecco ora si spiega tutto, Il discorso del re è stato nominato perché abbiamo una giuria piena di balbuzienti.
"Io ho letto il libro e se non ci fosse Gatsby, il romanzo non sarebbe stato scritto" (marlon-brando)

User avatar
Anna
Regista
Regista
Posts: 1107
Joined: Tuesday 22 February 2011, 19:03
Sesso: Donna
Location: Caserta

Re: "Il discorso del Re" di Tom Hooper

Post by Anna » Monday 18 April 2011, 16:17

Nicola nessuna vendetta personale, il problema è che leggendo questo topic viene il sospetto che il film sia stato votato da gente non postante proprio grazie a effetto Oscar, perchè altrimenti non si spiega che sia finito in cinquina, poi magari a molti come a te è piaciuto davvero allora è un altro paio di maniche e noi non potremmo mai saperlo.
Che poi il film sia un pacchetto confezionato accalappia premi è evidente e questo lo fa diventare un tantino irritante, ma cosa molto più importante è bruttarello, prevedibile e senza niente da dire, a prescindere di quanti Oscar abbia vinto.
Last edited by Anna on Monday 18 April 2011, 19:05, edited 1 time in total.

User avatar
alinti
Premio alla Carriera
Premio alla Carriera
Posts: 15790
Joined: Monday 26 February 2007, 1:00
Contact:

Re: "Il discorso del Re" di Tom Hooper

Post by alinti » Monday 18 April 2011, 16:28

Tanto per chiarire una volta di più un concetto, quando feci le proiezioni Il discorso del re lo indicai come primo degli esclusi a un soffio (cioè un voto) dalla nomination. Le proiezioni le faccio prendendo per ogni diario i 5 film col voto più alto (più una regola sugli ex equo) per cui, siccome i diari li fanno i postanti, per me è un indizio che Il discorso del re sia uno dei film che più sono piaciuti sul forum. Però è contemporaneamente il film che un'altra parte del forum, costituita da chi scrive di più, considera non brutto (o non sempre brutto) ma il più sopravvalutato. Insomma divide parecchio ma sul forum ha molti estimatori. Fai un giro sul topic dei diari e dai un'occhiata.
.

User avatar
Anna
Regista
Regista
Posts: 1107
Joined: Tuesday 22 February 2011, 19:03
Sesso: Donna
Location: Caserta

Re: "Il discorso del Re" di Tom Hooper

Post by Anna » Monday 18 April 2011, 16:48

Sec i diari anche il segreto dei suoi occhi o Scott Pilgrim avevano molte chances, io stessa gli ho dato un 8 se non mi sbaglio, ma era un voto a caldo, adesso non andrei aldilà del 7....basandosi sui pensieri postati il film ha fatto schifo un pò a tutti, perciò ho pensato al fattore Oscar, ma alla fine il film è entato in cinquina quindi vuol dire che va bene così.

emil
Regista
Regista
Posts: 6419
Joined: Wednesday 26 January 2005, 1:00
Sesso: Uomo
Contact:

Re: "Il discorso del Re" di Tom Hooper

Post by emil » Monday 18 April 2011, 17:16

Cioè non è che Il discorso del re sia un film brutto. E' un film ben fatto, con buonissime interpretazioni, ma che a distanza di qualche mese non lascia altro che una sensazione di buona fattura senza alcuna anima.
IOMA 2013. EDIZIONE 11.

User avatar
Clementine
Regista
Regista
Posts: 3438
Joined: Wednesday 30 June 2010, 15:17
Sesso: Donna
Registi Preferiti: Martin Scorsese, David Fincher, Paul Thomas Anderson
Location: provincia di Roma

Re: "Il discorso del Re" di Tom Hooper

Post by Clementine » Monday 18 April 2011, 17:20

emil wrote:Cioè non è che Il discorso del re sia un film brutto. E' un film ben fatto, con buonissime interpretazioni, ma che a distanza di qualche mese non lascia altro che una sensazione di buona fattura senza alcuna anima.


Esattamente. Appena uscita dal cinema ne ero entusiasta, poi a distanza di tempo l'emtusiasmo è andato affievolendosi, segno che non è uno di quei film, che a mio parere, si mantiene alla distanza. Tranne che per le interpretazioni, non è un film che ricorderò per molto.
"Ti ho salvato la vita due volte ragazzo, dovrei essere Dio per te! E Dio dà e Dio si riprende!" John Fitzgerald - The Revenant

User avatar
Blue
Premio alla Carriera
Premio alla Carriera
Posts: 21645
Joined: Sunday 4 March 2007, 1:00
Sesso: Uomo
Location: Londra 1973 (To)

Re: "Il discorso del Re" di Tom Hooper

Post by Blue » Monday 18 April 2011, 17:46

Questo film è un pò come quei donnoni ke nei giorni di festa tirano fuori dall'armadio dove è rimasto per mesi il vestito buono... e vanno in giro facendo certamente la loro figura con quell'abito ma lasciandosi dietro un odore fortissimo di naftalina...
Image

User avatar
alinti
Premio alla Carriera
Premio alla Carriera
Posts: 15790
Joined: Monday 26 February 2007, 1:00
Contact:

Re: "Il discorso del Re" di Tom Hooper

Post by alinti » Monday 18 April 2011, 18:04

emil wrote:Cioè non è che Il discorso del re sia un film brutto. E' un film ben fatto, con buonissime interpretazioni, ma che a distanza di qualche mese non lascia altro che una sensazione di buona fattura senza alcuna anima.

però non è ancor passato "qualche mese".
.

Locked

Return to “Film”